Reinventare la propria carriera

Reinventare la propria carriera

Il mercato del lavoro negli ultimi anni è diventato molto più “fluido” ed è sempre più diffusa tra i manager la necessità di ri-scrivere il proprio percorso professionale, talvolta ri-direzionandolo, altre volte re-inventandolo del tutto. Le motivazioni di questo sono molteplici e sono sotto gli occhi di tutti coloro che si muovono nell’attuale mondo del lavoro:

  • Processi di ristrutturazione aziendale che portano a riduzioni di “teste” o comunque a sostanziali modifiche nell’organigramma

  • La possibilità di job rotation all’interno della stessa Organizzazione o una crescita di ruolo all’interno dello stesso Gruppo

  • Il desiderio della persona di “fare altro nella vita” (si parla tanto di Piano B, ma sappiamo poi realmente cos’è un Piano B?)

La capacità di Re-inventarsi è insita nel processo di Coaching.

Nel Coaching si possono iniziare a vedere le cose in maniera diversa, potenziando i nostri punti di forza e mettendo in campo risorse nuove che finora abbiamo esercitato poco o che non sapevamo nemmeno di avere. Il Coaching “apre finestre” consentendo alla persona, troppo spesso bloccata in un’unica e stretta visione aziendale, di ampliare i propri orizzonti e quindi le proprie possibilità professionali.

Con una nuova consapevolezza su chi siamo e cosa vogliamo, diventa possibile riposizionarci all’interno del mondo del lavoro, mettendo in campo nuovi modi di essere e quindi di agire nei diversi contesti.

Seneca diceva:

Se desideri avere una certa reputazione, agisci come se già godessi di questa reputazione.

(Seneca)

In pratica, il grande filosofo greco, ci dice che il modo migliore per ri-definire il nostro ruolo e diventare quindi la persona che vogliamo essere, è quello di iniziare a comportarci come se già fossimo quella persona. “Act as if” dicono i guru americani.

Ma per farlo occorre avere chiare le caratteristiche di questo ruolo.

Il Coach affiancherà il Manager nel ridefinire i confini e le caratteristiche del proprio ruolo in azienda, ridisegnare la propria reputazione all’interno della propria Organizzazione e sul mercato in generale e, quindi, riscrivere il proprio progetto di vita professionale.

  • Che tipo di manager vuoi essere?

  • Quali qualità e caratteristiche vuoi avere?

  • Come vuoi che siano i tuoi rapporti con i collaboratori, i colleghi e i tuoi capi?

Sono alcune domande alle quali occorre dare una risposta se si vuole avanzare verso il proprio obiettivo professionale.